spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Requisiti speciali per gli Istituti di Vigilanza PDF Stampa E-mail

Nuovi schemi di Certificazione per  Istituti di Vigilanza Privata secondo norma UNI 10891:2000 "Servizi" e UNI 11068:2005 "Centrali di Telesorveglianza".
Il Decreto n. 269/2010 del Ministero degli Interni ha specificato le caratteristiche dei servizi e dotazioni previste per le Organizzazioni che operano nel settore.
La certificazione di servizio di Vigilanza Privata secondo la Norma UNI 10891 ha lo scopo di attestare il raggiungimento ed il mantenimento dei livelli di qualità del servizio nelle diverse tipologie di vigilanza privata:

 
  • vigilanza ispettiva;
  • vigilanza fissa;
  • vigilanza antirapina;
  • vigilanza antitaccheggio;
  • vigilanza di telesorveglianza;
  • vigilanza di telesoccorso;
  • vigilanza di telecontrollo;
  • vigilanza di intervento;
  • vigilanza di custodia valori;
  • vigilanza di scorta valori;
  • vigilanza di trasporto valori;
  • vigilanza di trattamento denaro e beni assimilabili.

Inoltre le Organizzazioni che operano devono avere determinate dotazioni tecniche, procedurali e di controllo della Centrale Operativa (CDT) secondo la UNI 11068:2005 che ne stabilisce i requisiti minimi.

L'Istituto di Vigilanza Città di Treviglio è tra le prime Organizzazioni che hanno ottenuto la conformità secondo tali norme.

 
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB